Sergio Scatizzi


image

Sergio Scatizzi

Sergio Scatizzi nasce il 20 ottobre 1918 a Gragnano nella provincia di Lucca. Trascorre gli anni della prima giovinezza in Valdinievole e nella campagna lucchese. Tredicenne soggiorna per un certo periodo a Napoli dove si interessa agli esiti della scuola di Posillipo. A Roma frequenta Mafai, Stradone, Cavalli e la Rafael. Nei suoi viaggi a Parigi conobbe Colette, Maurice de Vlaminck e Paul Lèautaud. Al suo ritorno soggiorna in Valdinievole dove dipinge paesaggi. Negli anni a venire l’incontro, trasformatosi in profonda amicizia, con lo scrittore Giovanni Comisso e con Filippo De Pisis. Nel 1949 espose per la prima volta a Montecatini presso la Libreria Ariel e in quell’occasione fu presentato da Alfiero Cappellini. L’anno seguente è presente alla Biennale di Venezia. Nel 1955 si trasferisce definitivamente a Firenze dove instaura rapporti con il vivace mondo culturale della città. Nel 1965 partecipa con alcune opere alla Quadriennale Romana. Nel 1967 viene insignito del XVIII Premio Internazionale del Fiorino e della Città di Firenze. L’anno seguente la sua prima mostra americana presso l’Asheville Art Museum, North Carolina (USA). Nel 1969 mostra antologica alla Biennale del Fiorino. Nel 1976 viene organizzata una vasta antologica presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara curata da Pier Carlo Santini dove vengono esposte opere fino ad allora rimaste inedite. E’ del 1982 l’antologica di opere dell’artista in Palazzo Strozzi a Firenze con testimonianze dagli agli anni Quaranta, organizzata da Raffaele Monti e da Alfredo Righi e presentata in catalogo da Carlo Ludovico Ragghianti dove l’illustre storico dell’arte ricostruisce criticamente il lungo percorso di Scatizzi. Nel 1991 espone “Le carte dipinte” alla Galleria “Moutinas” di Los Gatos, in California, USA.Nel 1994 espone al Columbus Centre di Toronto ( Canada ) con prefazione di Antonio Paolucci. E’ del 1997-’98 la mostra presso la Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti di Firenze – Sergio Scatizzi, dedicata al periodo informale con presentazione in catalogo di Antonio Paolucci, Carlo Sisi, Franco Zabagli, Raffaele Monti e Carlo Falciani. Nel 2006 “Sergio Scatizzi – Immagini” al “Salone delle Reali Poste – Piazzale degli Uffizi” con presentazione di Antonio Paolucci, Ornella Casazza e Raffaele Monti. Innumerevoli sono le mostre personali e collettive che si sono susseguite nel corso degli anni sia in gallerie private sia in quelle pubbliche in tutta Italia. Nel 2009 “Il Barocco informale di Sergio Scatizzi” alla Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti Quartiere d’Inverno con Presentazione di Cristina Acidini, Giuseppe Cantelli e Simonella Condemi. Pochi giorni dopo la chiusura della mostra il Maestro cessa di vivere il 1 dicembre 2009.